Articoli

Prezzi di case in legno prefabbricate dal’estero

Comprare una casa in legno è un progetto molto grande. Per questo vi suggerisco di prendervi tempo e controllare le offerte di tutti i fornitori, piccoli o grandi, nazionali o esteri. Organizzatevi per vedere il processo di montaggio della casa in legno, controllare che abbiano tutti i certificati necessari. Trovate i proprietari delle case prefabbricate di questi fornitori, compresi quelli che vivono in queste case per molto tempo, e chiedi loro com’e il vivere in queste case e se ve le suggeriscono.

case in legno slovenia

Chiedete molto. Alla fine sarete voi a pagare la casa ed a vivere sotto questo tetto per molti anni!

I più ricercati mercati esteri per le case in legno sono: Austria, Germania, Romania, Estonia e Scandinavia.
Sul prezzo delle case in legno dall’estero influiscono i seguenti fattori: prezzo della materia prima, prezzo della mano d’opera, prezzo del trasporto. Di solito i fornitori esteri di case in legno si appoggiano a delle aziende italiane per vendita e posa delle case in legno, cosi possono calare i costi delle trasferte. La cosa ottimale per un cliente e trovare dove la mano d’opera e meno cara, che i prezzi di trasporto siano più bassi e che l’azienda fornitrice sia certificata. Credo che solo in questo modo possano trovare una variante alle aziende italiane.

I produttori di case in legno dalla Slovenia sono davvero più convenienti di quelli nazionali?

L’anno scorso è stato stabilito che i prezzi delle case prefabbricate dalla Slovenia sono inferiori del 10-20% rispetto ai prezzi delle case dai maggiori produttori italiani. Il mercato italiano dovrà abituarsi alla concorrenza di paesi in cui la costruzione in legno è più sviluppata. Se il fornitore delle case in prefabbricato mantiene la stessa qualità di un fornitore italiano, le deviazioni di prezzo sono minime, il che è logico, dal momento che usa quasi gli stessi materiali – cioè, quelli che sono certificati e di origine europea. Tutto il resto è una questione di margini e costi del lavoro. Riguardo ai margini e stimato, che i produttori si tengono un margine dal 5 al 15% e non varia tanto se nazionale o estero. Mentre i costi del lavoro sono per esempio in Slovenia inferiori, che a sua volta significa che è possibile generare la stessa margine come un fornitore nazionale, ma con un prezzo più basso.

Marko Hrovatin

Marko Hrovatin